SUB I II III IV V

di e con Roberta Mosca
istruzioni coreografiche: Michele Di Stefano
musica: Lorenzo Bianchi Hoesch
produzione: mk 2015 in collaborazione con Storie Milanesi/Uovo Performing Arts Festival
con il sostegno di Live Arts Week

ITALIANO

Sub è un progetto costruito con una modalità particolare, attraverso un dialogo a distanza con un’interprete di eccezione, a lungo performer nella William Forsythe Company, che ha accettato di produrre una danza solitaria e sferica basandosi su istruzioni e informazioni coreografiche ricevute via email. È dunque probabilmente anche un lavoro che parla della responsabilità creativa del performer in relazione al linguaggio e alla presa di possesso dello spazio. L’organismo così costruito si evolve gradualmente nel tempo, accumulando nuove informazioni, cancellandone altre, portando in scena un’evidenza corporea che ha bisogno del contatto ravvicinato con il pubblico per potersi allontanare da ogni metafora.

La musica di SUB esce da un sistema complesso di radio, radioline, HI-FI, Loudspeakers e subwoofers. L’entrata in scena di un paesaggio sonoro lontano esotico e stereotipato, che nell’arrivare si frammenta in differenti sorgenti, é alla base della proposta e della riflessione musicale. Ho ipotizzato un lavoro che si interrogasse sulla relazione tra interno e esterno intesa più’ che altro come la misura della distanza tra un altrove sconosciuto ma concreto e un interno noto ma astratto qual può essere lo spazio dell’arte contemporanea, museo o palcoscenico che sia. Le radio, antenne in grado di captare l’invisibile, viaggiare attraverso il tempo, e che permettono di connettersi col mondo e con il pensiero, si confrontano qui  con la densità sonora , tangibile ed invasiva di una musica calata invece nel presente, senza compromessi.La scelta di questo sistema di diffusione misto e frammentato non é affatto neutra e informa la musica e la performance nella sua struttura e composizione. Così é nata una sorta di meteorologia sonora interrotta da musica elettronica a tratti fragile e a tratti molto aggressiva intervallata da voci che guidano l’interpretazione e scandiscono il tempo .Un mondo con regole proprie che Roberta abita, con regole proprie.

SUB é un work in progress. Creato per il festival “Uovo” a Milano, si é poi evoluto grazie a Xing, Live Art Week a Bologna , Crisalide a Forli’ , MilanoOltre a Milano e CanGo a Firenze nel corso del 2015.

Photo by Luca Ghedini